HOME > Blog > Prestiti Personali > Prestito personale online: 5 cose da sapere per evitare rischi

Prestito personale online: 5 cose da sapere per evitare rischi

Thumbnail

Tempo di lettura: minuti

27 luglio 2021

Sei alla ricerca della migliore offerta per richiedere un prestito personale online? Vorresti coronare un sogno a lungo cullato, come la ristrutturazione del tuo appartamento o l’acquisto di un’auto nuova? O hai bisogno di liquidità extra per far fronte a un imprevisto, come una spesa di tipo medico o legale? Ecco allora 5 cose che devi sapere prima di effettuare la tua richiesta di prestito 100% online.

1. Presta massima attenzione alle spese accessorie per un prestito personale online

Spesso, infatti, sono onerose. Nella fase valutativa dei molteplici prestiti personali online, il più delle volte accade che le spese accessorie rientranti nel costo del finanziamento, non siano presentate in modo diretto, ma come voce separata da aggiungere. Trattasi di un’operazione di marketing, affinché in qualità di richiedente, tu possa credere che il prezzo del prestito o meglio l’importo della rata mensile che dovrai fronteggiare, risulti più basso.

In uno scenario come quello in questione, è doveroso prestare massima attenzione alle spese accessorie. Alcune di queste, ad esempio, sono disponibili a titolo assolutamente gratuito. Tuttavia, ce ne sono altre che risultano onerose, ma che spesso appaiono come voci nascoste. Le spese per l’istruttoria, il costo di una polizza assicurativa per far fronte a imprevisti naturali o all’eventuale perdita del posto di lavoro, l’imposta di bollo sostitutiva sul contratto, le comunicazioni periodiche, le spese di estinzione anticipata della pratica e quelle inerenti alla gestione e all’incasso delle rate mensili sono classici esempi al riguardo.

Guarda nei dettagli i costi e aggiungili a quelli sin da subito evincibili. In questo modo, avrai una panoramica migliore circa le spese accessorie, distinguendo quelle onerose da quelle che non lo sono. Calcolare l’importo effettivo della rata da versare e conoscere i costi delle spese accessorie si dimostra utile nell’ottica di farti gestire al meglio le tue entrate e di pianificare con cura le uscite e gli investimenti.

2. Non sempre la polizza assicurativa è obbligatoria: controllane i costi

Prima ancora del fatidico momento della firma del contratto con cui ottieni un prestito personale online, valuta se è prevista una copertura di natura assicurativa. In relazione alla tipologia di ente che eroga liquidità aggiuntiva, la polizza assicurativa ha natura differente e viene proposta in modi diversi. Ragion per cui, accertati se l’assicurazione sui prestiti personali online è obbligatoria o facoltativa, dato che nell’eventualità i suoi costi incideranno sensibilmente sui costi della rata.

La copertura assicurativa, in ogni caso, va vista come un’importante opportunità che ti consente di procedere alla restituzione delle rate in modo tranquillo, perché a fronte di insolvenza, sei tutelato. Se non riuscissi a restituire l’importo che ti è stato erogato in prestito, toccherà alla compagnia assicurativa proseguire con il pagamento delle rate mensili che verranno versate direttamente all’ente finanziatore.

3. Estinzione anticipata: attenzione alle commissioni

Se ottieni un prestito personale online, ti è sempre possibile estinguerlo in modo anticipato. A fronte di estinzione anticipata, la commissione da versare all’ente con cui hai contratto il debito non può oltrepassare la soglia dello 0,5%, del capitale rimborsato se sei all’ultimo anno del finanziamento, e dell’1%, nel caso in cui manchino ancora degli anni. Il compenso, di fatto, deve essere necessariamente equo.

Di fatto, per i prestiti con capitale residuo da 10.000 euro in giù e per quelli a tasso variabile, non c’è alcuna commissione da versare. A fronte di problemi, è possibile inviare un reclamo all’ente che ha erogato la liquidità aggiuntiva. Se la risposta, che deve arrivare entro 30 giorni dalla ricezione, fosse negativa, è opportuno presentare ricorso direttamente all’Arbitro Finanziario.

4. Occhio all’operato dei mediatori e degli operatori

Ogni mediatore così come ciascun agente operativo presso l’ente che eroga il credito non può in alcun modo richiedere il pagamento di commissioni a parte per lo svolgimento del suo lavoro o per l’offerta di una consulenza. Il trattamento e la comunicazione a te, in quanto cliente, deve avvenire in anticipo in forma scritta, prima della definizione del contratto.

Non sempre le cose vanno, però, per il verso giusto. Di conseguenza, è tassativo per te evitare tutti gli operatori e i mediatori che richiedono un anticipo prima che avvenga l’erogazione dell’importo del prestito personale online. La truffa della richiesta di compensi, infatti, va segnalata subito all’Antitrust e alla Banca d’Italia, in quanto trattasi di illecito e di comportamento scorretto.

5. Controllo del TAN con l’intento di ottenere una rata più bassa

Se desideri ottenere un prestito personale online a condizioni per te convenienti, è scelta saggia valutare il TAN (Tasso Annuo Nominale) come principale parametro da considerare. A fronte di un TAN inferiore, si registra un importo maggiormente conveniente per ciò che concerne la rata del finanziamento.

Nella fase di valutazione del TAN, uno degli errori più frequenti che potresti commettere nella scelta di un prestito online, consiste nel formulare in contemporanea un numero considerevole di richieste di liquidità aggiuntiva, magari spinto dalla necessità di dover fronteggiare scadenze a breve termine. L’errore in oggetto va tassativamente evitato, in quanto rischierebbe di metterti in cattiva luce nel ruolo di richiedente.

Gli istituti di credito (banche o finanziarie che siano) sono solite interagire spesso. Molto più di quanto tu possa credere. In genere, questo avviene mediante un unico archivio, dove vengono vagliate in real time le richieste di prestiti e di finanziamenti. Un comportamento di questo genere non farebbe altro che metterti in cattiva luce, perché appariresti come frettoloso e in difficoltà economiche. Insomma, non ti mostreresti come la persona più affidabile in quanto a capacità di rimborsare le rate mensili.

Sulla stessa falsariga di quanto appena messo in evidenza, sempre in riferimento alla valutazione del TAN come parametro principale, effettuare richieste troppo ravvicinate a diversi istituti di credito resta un errore che non bisogna fare. Il motivo principale è che anche a fronte di un rifiuto, la domanda della pratica resta nel database per un lasso di tempo che va dai 30 ai 60 giorni. Ragion per cui ti conviene attendere che sia passato questo intervallo di tempo, prima di procedere alla formulazione di una nuova richiesta di prestito personalizzato online.

Richiedi ora il tuo prestito personale online

Nel mare magnum dei prestiti 100% online, saper scegliere non è affatto semplice, vista la concorrenza sul mercato. A tal proposito, se intendi ottenere delucidazioni in materia di richiesta di finanziamento online, puoi compilare il form di richiesta “Che importo ti serve?” sulle pagine dei PrestitiFaidaTe.it. Inserisci negli appositi campi i dati personali e i tuoi recapiti e verifica l’effettiva fattibilità dell’ottenimento della liquidità extra, necessaria per centrare appieno l’obiettivo che da tempo ti sei prefissato.

Leggi anche...

Thumbnail
Prestiti Personali

Prestito personale online: 5 cose da sapere per evitare rischi

Sei alla ricerca della migliore offerta per richiedere un prestito personale online? Vorresti coronare un sogno a lungo cullato, come...

Thumbnail
Prestiti Personali

Consolidamento debiti: cos’è e come richiederlo

Nel corso degli anni, e soprattutto in quest’ultimo periodo di difficoltà economica, hai accumulato una serie di debiti ai quali...

Thumbnail
Prestiti Personali

Delega di pagamento: come funziona e chi può richiederla

Tra le forme di prestito non finalizzato maggiormente richieste in Italia, si distingue la delega di pagamento. Ma di cosa...

Dipendente pubblico, privato o pensionato?

Richiedere un prestito non è mai stato così facile, veloce e conveniente!

Logo prestiti

Sei un dipendente statale?

Logo prestiti

Sei un pensionato?

Logo prestiti

Sei un privato?

Scopri le nostre soluzioni di prestito e finanziamento

Prev slide
Cessione del Quinto per pensionati

Cessione del Quinto
per pensionati

Con la Cessione del Quinto per pensionati di Prestiti Fai da Te puoi richiedere fino a 75.000€ rimborsabili direttamente dalla tua pensione e approfittare di tassi agevolati in convenzione* INPS, ex INPDAP, ex ENPALS.

Cessione del Quinto NoiPA

Cessione del Quinto NoiPA

Condizioni di finanziamento a tasso super-agevolato per i dipendenti pubblici o para-pubblici. Senza bisogno di fornire garanzie perché la busta paga da sola assicura l’accesso diretto ai tassi dedicati.

Prestiti Personali per Insegnanti Pubblici e Statali

Prestiti Personali per Insegnanti Pubblici e Statali

La formula 100% online di Prestiti Fai da Te è la soluzione trasparente, sicura e conveniente per gli insegnanti di scuola pubblica o statale e personale ATA. Basta la tua busta paga, senza altre garanzie.

Prev slide

Chi fa da sé fa ... per 4!


Hai inviato il form completo? Sei a pochi step dal tuo traguardo, ti manca davvero pochissimo.

Logo prestiti
1. Pronti, partenza... click!
Fai una foto al tuo documento di identità e alla tua busta paga (o al tuo cedolino) assicurandoti che sia tutto leggibile.
Logo prestiti
2. Pronti, foto ...Invia!
Inviaci le foto su WhatsApp in tutta sicurezza, saremo subito da te.
Logo prestiti
3. Stiamo per contattarti
Un nostro professionista specializzato sta per contattarti per la tua video consulenza gratuita.
Logo prestiti
4. Ce l'hai fatta!
Ricevi il tuo prestito sicuro, veloce e conveniente. La tua prossima vittoria? Realizzare quel sogno a cui pensi tutti i giorni.
Separatore

Cessione del Quinto, Prestiti,
Finanziamenti su misura e Mutui casa


Per ogni tua esigenza, il tuo Prestito fai da Te

Cessione del Quinto

Cessione del Quinto

Sogna in grande! Ricevi fino a 75.000€ rimborsabili in piccole rate fino a 120 mesi, senza costi o garanzie. Ti basta la tua pensione o busta paga.

Prestiti personali

Prestiti personali

Dai una svolta alla tua vita! Ottieni fino a 30.000 € rimborsabili in mini rate fino a 120 mesi, senza costi o garanzie. Ti basta la tua pensione o busta paga.

Finanziamenti

Finanziamenti

Realizza i tuoi piccoli grandi desideri. Da piccole somme fino a 75.000 € rimborsabili in micro rate fino a 120 mesi. Zero costi aggiuntivi e nessuna garanzia: basta la tua busta paga o il cedolino della pensione.

Mutui

Mutui

Tante soluzioni di mutuo casa pensate appositamente per andare incontro alle diverse esigenze di coppie, famiglie e singoli alle prese con la scelta della casa e del finanziamento.

Vuoi saperne di più? Leggi le nostre FAQ

Prev slide