HOME > Blog > Prestiti Personali > Delega di pagamento: come funziona e chi può richiederla

Delega di pagamento: come funziona e chi può richiederla

Thumbnail

Tempo di lettura: minuti

21 luglio 2022

Tra le forme di prestito non finalizzato maggiormente richieste in Italia, si distingue la delega di pagamento. Ma di cosa si tratta? È un prestito al consumo riservato a lavoratori dipendenti statali, di enti pubblici e di aziende private che consente al richiedente di ottenere liquidità extra per acquistare beni e servizi. La trattenuta avviene direttamente in busta paga e l’importo massimo non può oltrepassare i 2/5 dello stipendio mensile netto. Per questo motivo, la delega di pagamento è nota anche come doppio quinto o doppia cessione del quinto.

Caratteristiche della delega di pagamento

Per ottenere liquidità aggiuntiva, la delega di pagamento, quando viene richiesta da coloro che hanno in corso già una cessione del quinto, comporta la riformulazione del piano di pagamento. Quest’ultimo viene volontariamente allungato, garantendo al richiedente il versamento di una rata mensile, contraddistinta da un importo tutto sommato basso e sostenibile rispetto a quanto guadagna. In riferimento alla durata della delega di pagamento, questa va da un minimo di un anno a un massimo di dieci.

Quali sono i documenti necessari per richiederla?

Per ottenere la delega di pagamento, sono richiesti i seguenti documenti:

  1. carta d’identità
  2. codice fiscale
  3. copia delle ultime tre buste paga
  4. copia del contratto di lavoro
  5. CUD (Certificato Unico Dipendente).

Per avere l’idea di quanto il doppio quinto possa incidere sulla propria busta paga e sul tenore di vita, il richiedente può richiedere un preventivo, ottenendo una risposta veloce e non vincolante rispetto alla decisione finale che prenderà in seguito.

Delega di pagamento: come funziona?

In riferimento alla logica di funzionamento della delega di pagamento, l’addebito viene effettuato direttamente sulla busta paga ogni mese, fino alla fine della durata del piano di rimborso. La somma richiesta, di fatto, va a sommarsi con quella già presente della cessione del quinto. Sapendo quanto guadagna ogni mese, il lavoratore dipendente è perfettamente informato dell’importo di questo tipo di finanziamento e su quanto gli resta a fine mese. Ragion per cui può programmare al meglio le proprie entrate ed uscite.

Un esempio concreto ti aiuterà a comprendere come funziona questa tipologia di finanziamento, sempre più richiesta dai dipendenti italiani. Si supponga che un lavoratore assunto con contratto a tempo indeterminato presso il Ministero degli Esteri, guadagni 2.000 euro al mese. L’importo della delega di pagamento che gli verrà trattenuto in busta paga sarà pari ad 800 euro, vale a dire al 40% del suo stipendio netto.

Dopo aver inviato la necessaria documentazione, conclusa la fase istruttoria, l’istituto di finanziamento eroga l’importo richiesto in una soluzione unica sul conto corrente del lavoratore, mediante bonifico bancario. A quel punto ha il via il piano di rimborso, di durata variabile fino ai 120 mesi.

Infine, sempre nell’ottica di capire come funziona la delega di pagamento, è opportuno sottolineare che, una volta versato il 40% delle rate mensili, il richiedente può rinnovare la delega di pagamento. In questo caso, negozierà con l’istituto di credito condizioni, a suo dire migliori, per arrivare a pagare ciò che gli serve. Il piano di ammortamento viene nuovamente esteso, in termini di durata, a fronte di un importo rateale maggiormente sostenibile.

Quali sono le spese da fronteggiare?

Trattandosi di un prestito a tasso fisso, il richiedente deve prestare attenzione a TAN, TAEG e alla polizza assicurativa. Per TAN, Tasso Annuo Nominale, si intende quel valore che indica gli interessi puri applicati sulla somma da saldare. Questi sono espressi in percentuale. Il TAEG, Tasso Annuo Effettivo Globale, indica la percentuale complessiva della totalità delle spese che il richiedente è tenuto ad accollarsi: costi per l’istruttoria, oneri fiscali, imposte di bollo, spese di comunicazione ordinaria e straordinaria, oltre ovviamente all’assicurazione.

I vantaggi della delega di pagamento

Come mai la delega di pagamento risulta uno dei prestiti particolarmente richiesti dai lavoratori italiani? Le tempistiche di accettazione sono decisamente brevi. Una volta che il richiedente ha tutti i requisiti necessari e che la documentazione è stata inviata nel modo corretto, l’istituto di credito è in grado di dare una risposta, positiva o negativa che sia in brevissimo tempo. In linea di massima, sono sufficienti una decina di giorni per l’ottenimento della liquidità richiesta.

Altro vantaggio non di poco conto, derivante dalla delega di pagamento, è che la somma ambita può essere richiesta anche dai protestati e dai cattivi pagatori, a fronte dell’autorizzazione del datore di lavoro. Essendo la trattenuta automatica e diretta in busta paga, l’istituto finanziario che eroga liquidità extra non si espone a soglie di rischio degne di nota.

Cosa aspetti? Richiedi un preventivo online, gratuito e senza impegno!

Leggi anche...

Thumbnail
Mutui Casa

Mutuo prima casa: come scegliere la soluzione migliore

Nella scelta del mutuo prima casa, ci sono vari aspetti da valutare con estrema attenzione nella ricerca della soluzione migliore:...

Thumbnail
Cessione del Quinto

Guida alla Cessione del Quinto per Pensionati: Come Funziona?

La cessione del quinto per pensionati rappresenta una soluzione finanziaria vantaggiosa per coloro che ricevono una pensione e desiderano ottenere...

Thumbnail
Prestiti Personali

Consolidamento debiti: cos’è e come richiederlo

Nel corso degli anni, e soprattutto in quest’ultimo periodo di difficoltà economica, hai accumulato una serie di debiti ai quali...

Dipendente pubblico, privato o pensionato?

Richiedere un prestito non è mai stato così facile, veloce e conveniente!

Logo prestiti

Sei un dipendente statale?

Logo prestiti

Sei un pensionato?

Logo prestiti

Sei un privato?

Scopri le nostre soluzioni di prestito e finanziamento

Prev slide
Prestiti in convenzione MIUR: dipendenti Scuola e Università

Prestiti in convenzione MIUR:
dipendenti Scuola e Università

Tasso agevolato, formula 100% online, zero costi di gestione e rimborso a rate mensili costanti fino ad un massimo di 10 anni. Richiedi subito il tuo prestito online e senza impegno!

Prestiti in Convenzione NOIPA per Dipendenti PA

Prestiti in Convenzione NOIPA
per Dipendenti PA

Grazie alla convenzione NoiPA condizioni agevolate per dipendenti pubblici o para-pubblici: fino a 75.000€ con tasso fisso, rimborso fino a 10 anni e rata mai oltre il quinto dello stipendio.

Prestiti in convenzione INPS per pensionati

Prestiti in convenzione INPS per pensionati

Prestiti in convenzione con Cessione del Quinto a tutti i titolari di pensione INPS e INPS ex INPDAP. 100% online, facile, conveniente e soprattutto garantita e sicura. Richiedi il prestito online senza impegno!

Prev slide

Chi fa da sé fa ... per 4!


Hai inviato il form completo? Sei a pochi step dal tuo traguardo, ti manca davvero pochissimo.

Logo prestiti
1. Pronti, partenza... click!
Fai una foto al tuo documento di identità e alla tua busta paga (o al tuo cedolino) assicurandoti che sia tutto leggibile.
Logo prestiti
2. Pronti, foto ...Invia!
Inviaci le foto su WhatsApp in tutta sicurezza, saremo subito da te.
Logo prestiti
3. Stiamo per contattarti
Un nostro professionista specializzato sta per contattarti per la tua video consulenza gratuita.
Logo prestiti
4. Ce l'hai fatta!
Ricevi il tuo prestito sicuro, veloce e conveniente. La tua prossima vittoria? Realizzare quel sogno a cui pensi tutti i giorni.
Separatore

Cessione del Quinto, Prestiti,
Finanziamenti su misura


Per ogni tua esigenza, il tuo Prestito fai da Te

Cessione del Quinto

Cessione del Quinto

Sogna in grande! Ricevi fino a 75.000€ rimborsabili in piccole rate fino a 120 mesi, senza costi o garanzie. Ti basta la tua pensione o busta paga.

Prestiti personali

Prestiti personali

Dai una svolta alla tua vita! Ottieni fino a 30.000 € rimborsabili in mini rate fino a 120 mesi, senza costi o garanzie. Ti basta la tua pensione o busta paga.

Finanziamenti

Finanziamenti

Realizza i tuoi piccoli grandi desideri. Da piccole somme fino a 75.000 € rimborsabili in micro rate fino a 120 mesi. Zero costi aggiuntivi e nessuna garanzia: basta la tua busta paga o il cedolino della pensione.

Mutui

Mutui

Tante soluzioni di mutuo casa pensate appositamente per andare incontro alle diverse esigenze di coppie, famiglie e singoli alle prese con la scelta della casa e del finanziamento.

Vuoi saperne di più?